Conigli

Home / Mangimi / Allevamento / Conigli

La produzione di carne di coniglio in Italia avviene prevalentemente in allevamenti di tipo industriale, dove tutte le fasi sono controllate e coordinate in processo a ciclo chiuso che prevede nella stessa azienda la presenza sia di riproduttori che di animali destinati all’ingrasso.
In queste strutture, ben aerate e dimensionate nel rispetto delle esigenze di benessere e crescita degli animali, la produzione si svolge in tre fasi: la riproduzione, l’accrescimento e l’ingrasso.
Riproduzione
Accrescimento
Ingrasso

Riproduzione

La riproduzione è una delle fasi più importanti nell’allevamento del coniglio e, se condotta con successo, assicura il buon andamento di tutta l’azienda.
La gestione dei riproduttori avviene in un particolare settore dell’allevamento destinato alla nascita dei coniglietti. E’ qui che le coniglie fattrici, opportunamente sincronizzate, partoriscono secondo cicli di produzione definiti.
Al parto, che avviene in nidi appositamente preparati, segue la lattazione. E’ questo un periodo molto importante per il riproduttore perché assai impegnativo in termini di bilancio energetico, proteico e minerale. Il mantenimento di un parco fattrici efficiente dipende dunque da una corretta strategia alimentare, sostenuta da mangimi formulati specificatamente per garantire un corretto apporto in energia ed elementi nutritivi.
In questa fase è consigliato l’utilizzo di mangimi da lattazione fino a circa 24 giorni dal parto, da sostituire successivamente con alimenti da svezzamento.
I coniglietti rimangono con la madre fino a 35 giorni di vita, età in cui, con lo svezzamento, vengono avviati alla fase di accrescimento ed ingrasso

Sei un allevatore? Clicca qui per ottenere maggiori informazioni.

Accrescimento

La fase di accrescimento comincia dallo svezzamento e dura fino a circa 60 giorni di età. Precede il periodo di finissaggio ed è una delle fasi più impegnative per il giovane animale. In questo periodo il coniglio raggiunge i massimi accrescimenti giornalieri ed esige alimenti opportunamente formulati per garantire un adeguato apporto di nutrienti e di fibra digeribile. L’obbiettivo dell’accrescimento è lo sviluppo armonico della struttura corporea e, così condotto, prepara il coniglio alla successiva fase di ingrasso.

Sei un allevatore? Clicca qui per ottenere maggiori informazioni.


Ingrasso

La fase di ingrasso va dai 60 giorni di età e conclude, tra i 72 e gli 80 giorni circa, il ciclo di vita del coniglio da carne. In questo periodo i mangimi utilizzati sono caratterizzati da elevati apporti in energia e vengono inseriti in piani alimentari finalizzati al raggiungimento delle caratteristiche tipiche della carne di coniglio, particolarmente apprezzata per l’elevato valore nutritivo, per il buon tenore proteico ed il basso contenuto in sodio e colesterolo.

Sei un allevatore? Clicca qui per ottenere maggiori informazioni.

Back